come leggere la bolletta luce

Come si legge la bolletta della luce?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su reddit
Reddit
Condividi su digg
Digg
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

In questo articolo spieghiamo come si legge la bolletta della luce, un argomento importante che interessa gli utenti di ogni fornitore di energia.

Saper leggere la bolletta dell’energia elettrica è importante per capire quali sono i propri consumi (e gli importi dovuti al fornitore per questo) e quali sono invece le altre voci importanti come le tasse e le quote fisse.

Nella bolletta vengono anche riportate molte informazioni utili che riguardano sia il cliente che il fornitore ed è importante sapere dove si trovano per poterle trovare subito in caso di bisogno.

Scopriamo punto per punto quali sono le voci principali e a cosa corrispondono.

Partiamo dall’alto della nostra bolletta. In questa zona troviamo:

  • Tipologia del cliente → indica se il cliente è nel mercato libero o in quello di tutela;
  • Dati personali e della fornitura  → specifica l’intestatario dell’utenza e le caratteristiche essenziali della fornitura;
  • Informazioni tecniche  → come il codice POD, che identifica la fornitura;
  • Data di emissione e importo  → quanto è l’importo da pagare ed entro quale data puoi farlo;
  • Chi contattare in caso di guasti  → i contatti vengono mostrati in bella vista e indicano email, sito web e i numeri per i reclami o richiesta di informazioni;

Qual è il consumo di energia elettrica effettivo?

La seconda parte della bolletta luce specifica le spese e le divide in categorie:

  • Spesa per la materia energia → indica le voci della bolletta che vengono definite dal fornitore. La quota fissa si paga anche in assenza di consumo, mentre la quota energia si paga in proporzione al consumo.
  • Spesa per il trasporto e la gestione del contatore  → indicano i costi di trasporto e misura dell’energia dalla centrale verso il contatore. La spesa è obbligatoria a prescindere dal fornitore e cambia a seconda dei consumi.
  • Spesa per oneri di sistema  → rappresenta circa il 20% del totale della bolletta e comprende diverse voci come la dismissione delle centrali nucleari, il finanziamento degli incentivi alle fonti rinnovabili e anche il bonus elettrico.

Imposte nella bolletta elettrica

Le imposte sono sempre indicate nella fattura, non dipendono dal fornitore e sono stabilite dalle leggi statali e sono:

  • Le accise  → tasse sui beni di consumo e si applicano alla quantità di energia consumata;
  • L’IVA → si paga sul valore economico del servizio. 

Per l’energia elettrica è al 10% e si applica sull’importo totale in fattura.

Consumi e letture

Nell’ultima parte della bolletta della luce troviamo le letture del contatore, che possono essere:
  • effettive
  • autoletture (quando le letture vengono fornite dal cliente)
  • stimate.
Le letture effettive sono prese dal distributore locale direttamente sul contatore e messe a disposizione del fornitore per la fatturazione. Le autoletture sono letture prese dal cliente e comunicate al fornitore.

Le letture stimate sono calcolate dal fornitore sulla base di alcuni parametri come il numero dei componenti del nucleo familiare, del tipo di utenza e della potenza nominale dell’impianto.

Nel caso di letture stimate l’importo può essere soggetto a conguaglio, cioè quando si ricevono le letture reali (effettive o autoletture) si calcola il consumo reale: se le stime nella bolletta pagata erano alte il cliente riceve un rimborso direttamente nella fattura successiva alla data di  ricezione delle letture reali, mentre se le stime nella bolletta pagata erano basse (rispetto al consumo reale) allora al cliente viene chiesto di pagare la differenza a conguaglio, appunto.

In questa sezione può essere anche indicata la possibilità di rateizzazione della bolletta.

Elementi di dettaglio

Le nuove bollette semplificate non contengono gli elementi di dettaglio, un lungo elenco formato dalle singole voci e dai relativi prezzi.

Nel mercato di tutela gli elementi di dettaglio devono essere chiesti dal cliente mentre nel mercato libero dipende dal contratto.

Queste informazioni vengono inviate anche quando si presenta un reclamo su una fattura o una richiesta di rettifica delle informazioni che riguardano proprio la fatturazione.

Il Canone RAI nella bolletta luce

Il Canone Rai è diventato una voce di pagamento obbligatoria nella bolletta della luce, dal 2017, per tutti i clienti che possiedono un televisore o qualsiasi altro apparecchio di ricezione di trasmissioni radiotelevisive e non dipende dal fornitore.

Il pagamento viene diviso in rate da 9 € se la bolletta è mensile, 18 € se la bolletta è bimestrale. 

Per alcuni cittadini esiste lesenzione dal pagamento del Canone RAI:

  • chi non possiede un televisore o un altro apparecchio di ricezione di trasmissioni radiotelevisive
  • chi possiede un’età anagrafica superiore a 75 anni e un reddito inferiore a 6.713,98 € annui
  • per il personale diplomatico e i funzionari consolari

Come posso pagare la bolletta?

Ci sono diverse modalità per saldare l’importo della bolletta, che però variano a seconda del fornitore

  • SDD (ex RID) → è il più comune e consiste nell’addebito diretto sul proprio conto corrente bancario o postale e  prevede un’autorizzazione preventiva del titolare del conto. Questo metodo è il più sicuro per evitare di dimenticare il pagamento ma anche il più economico rispetto ad altri.
  • Bonifico bancario → il metodo con cui il cliente effettua il pagamento attraverso il proprio conto bancario versando l’importo richiesto in fattura sul conto del fornitore.
  • Carta di pagamento con IBAN → un esempio è la PostePay o le altre carte prepagate con il chip. Questo tipo di carta permette la domiciliazione delle utenze domestiche. Può essere esteso anche ad alcune carte di credito e al contrario vengono di solito escluse le carte di debito.
  • Bollettino → è il metodo più classico e può essere pagato negli uffici di Poste Italiane o nei negozi convenzionati Sisal e Lottomatica e comporta una spesa aggiuntiva.

Ora hai tutte le informazioni su come leggere la bolletta luce e puoi essere in grado di trovare subito i dettagli di cui hai bisogno.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su reddit
Reddit
Condividi su digg
Digg
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Altro dal nostro blog

comunita energetiche

Comunità energetiche: il nuovo decreto

A distanza di pochi mesi dalla pubblicazione del nostro articolo sulle comunità energetiche, la produzione di energia da fonti rinnovabili è stata

Lascia un commento